Dimagrire con la dieta del cioccolato

cioccolatoLa dieta del cioccolato è un piano alimentare per perdere peso che comprende il consumo quotidiano di una quantità limitata di cioccolato. L’espressione “dieta del cioccolato” indica anche il consumo del cioccolato, grazie ad alcuni effetti benefici per la salute, come l’abbassamento del colesterolo.

Il cibo una volta vietato per chi seguiva una dieta è stato accolto nei piani per la perdita di peso, entro la fine del 20° secolo. Nel corso del 1990 e negli anni successivi, i ricercatori hanno cominciato a indagare i benefici per la salute del cioccolato. Diversi libri hanno promosso piani per la perdita di peso che hanno coinvolto il cioccolato.

Tra questi vi rientra il libro “la dieta del cioccolato” di Sally Ann Voak. Tale dieta è stata elaborata per le persone che hanno difficoltà a resistere al cioccolato. In questo libro sono incluse sei diete con la promessa che la gente possa mangiare cioccolato e perdere peso. Ciascuna delle diete inizia con una settimana di ritiro dal cioccolato. Durante questo tempo la gente inizia a controllare il proprio desiderio per il cioccolato. Tutti i piani per la perdita di peso includono quantità illimitate di verdure da scegliere da un elenco di 28 tra cui: asparagi, broccoli, funghi, peperoni rossi e verdi, spinaci, pomodori, e crescione. Le diete sono state progettate per le donne e gli uomini che consumano più di 300 calorie ogni giorno.

Ecco i sei piani previsti nella dieta del cioccolato:

– Il primo piano alimentare è previsto per le persone che nascondono il cioccolato e non desiderano che gli altri sappiano che lo mangiano. Il piano consiste in 250 calorie a colazione, due pasti leggeri di 350 calorie ognuno, un pasto principale di 400 calore, e un dolcetto da 100 calorie. Nella seconda settimana e nelle settimane seguenti, vi è un limite giornaliero di cioccolato di 150 calorie.

– Un’altro piano è previsto per i romantici che spesso fanno uso di cioccolato come un sostituto per l’amore. Il loro è un piano che prevede 250 calorie a colazione, un pasto leggero da 350 calorie, un pasto principale di 400 calore, e un dolcetto da 100 calorie. Dopo la seconda settimana, si può mangiare fino a 300 calorie per un dolcetto di cioccolato per tre volte a settimana.

– Poi c’è il piano per chi consuma il cioccolato quando è stanco o è di fronte a un problema. Il loro piano prevede 250 calorie a colazione, un pasto leggero da 350 calorie, un pasto principale di 400 calore, e due dolcetti da 50 calorie. Nella seconda settimana, vi è un limite giornaliero di cioccolato di 200 calorie. Nella settimana seguente, il limite è di 50 calorie.

– C’è poi la dieta del cioccolato per quelli che associano il cioccolato con le feste. Il loro è un piano che prevede 250 calorie a colazione, un pasto leggero da 350 calorie, un pasto principale di 400 calore, e un dolcetto da 100 calorie. Dopo la seconda settimana, sono consentite fino a 300 calorie di cioccolato per ogni giorno del fine settimana.

– Infine ci sono altri tre piani che in linea di massima prevedono sempre un menu che comprende 250 calorie a colazione, un pasto leggero da 350 calorie, un pasto principale di 400 calore, e un dolcetto da 100 calorie. E poi dopo la seconda settimana v’è la possibilità di mangiare un dolcetto al cioccolato fino a un massimo di 200 calorie.

Vantaggi di tale dieta

La dieta del cioccolato contrariamente a quanto si può pensare apporta i suoi benefici alla salute. Numerose ricerche hanno dimostrato che il consumo regolare di cibi ricchi di cioccolato fondente può abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di malattie cardiache. Inoltre, i cittadini preoccupati per questioni di salute, come il colesterolo alto potrebbe a sua volta utilizzare il cioccolato come una potenziale misura preventiva. Il trucco sta nel non eccedere con le quantità. Il suo difetto, infatti, è l’alto contenuto di calorie basti pensare che in 100 grammi di cioccolato ci sono all’incirca 500 calorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *