I dolci permessi in una dieta

Mettersi a dieta e imporsi di non assaggiare più alcun tipo di dolce può rivelarsi controproducente, soprattutto se la cucina è la vostra passione. È chiaro che il dolce andrà (purtroppo) evitato, ma alcune volte gli strappi alla regola diventano necessari; questi infatti vi consentono di non acuire oltre un certo limite il desiderio del cosiddetto cibo proibito e vi trattengono dall’accantonare del tutto la dieta o dallo strafare in determinate occasioni.

Privarsi controvoglia di qualcosa per lunghi periodi genera poi un senso di rabbia e frustrazione che si potrà rivelare nocivo più dei chili in eccesso.

Pertanto è sempre meglio trovare un modo per placare la voglia di dolce, senza avere effetti disastrosi sulla dieta.

Consigli e trucchi per controllare la “voglia di dolce”

Soprattutto nel caso delle donne la dieta contempla spesso una porzione di dolce almeno una volta alla settimana; e allora perché non concedersela? Ovviamente questo piccolo strappo alla regole deve rimanere entro certi limiti; sarà consentita una fetta di torta, non il bis o addirittura il tris, un pasticcino, non un vassoio di bignè ecc. Bisogna poi, secondo quanto recita un vecchio adagio popolare, dare un colpo al cerchio e uno alla botte, ossia aiutare la mente a sopportare una dieta concedendosi un dolce magari una volta a settimana, ma non rovinare i risultati fin qui ottenuti prediligendo dolci di qualità e preparati secondo determinati criteri. È consigliabile preparare da sé i dolci da consumare in modo da tenere sotto controllo tutti i potenziali pericoli per la linea che l’ingresso in pasticceria comporta.

Leggi anche: Come perdere 5 kg in due settimane

Quali sono i dolci concessi in una dieta?

Per chi segue una dieta ipocalorica sono particolarmente indicati quei dolciumi preparati con lo yogurt, preferibilmente magro, con la frutta o unendo i due alimenti. Vi potrete perciò orientare su una mousse allo yogurt a cui aggiungerete dei cubetti di frutta, una torta alle mele, o similari. Eviterete invece creme pasticcere, panna montata, e dolci la cui preparazione richiede la combinazione di uova, panna e latte.

Oppure è possibile optare per delle barrette di cereali dietetiche che è possibile comprare in tutti i supermercati. Oramai la scelta è davvero molto vasta e la maggior parte di queste sono davvero poco caloriche, alcune non superano le 100 calorie a porzione e tolgono quella di voglia di dolce che ci assale in certi momenti della giornata.

Se invece abbiamo voglia di biscotti si può optare per un pacchetto di Pavesini, eh si avete capito bene! Un pacchetto di Pavesini da 25 g contiene solo 99 calorie e sono davvero buonissimi. Ovviamente sarebbe preferibile non mangiarne un pacchetto al giorno, ma una volta ogni tanto questo piccolo sgarro può essere concesso senza mettere a repentaglio tutti gli sforzi fatti per perdere i chili.

Ciò che vi consigliamo è quello di leggere sempre le etichette quando andiamo ad acquistare un dolce, oltre alle calorie sarà importante dare un occhio anche agli zuccheri contenuti.

Magari i vostri dolci preferiti sono proprio quelli più deleteri per la linea, ma tra un dolce allo yogurt e niente, forse è meglio iniziare ad adattarsi…

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *