I benefici di una dieta disintossicante

Se per un lungo periodo eccediamo col cibo e facciamo poco movimento successivamente  il nostro organismo necessiterà una dieta disintossicante, per depurarsi da tutti quei metaboliti e da quelle tossine ingerite attraverso un’alimentazione errata o prodotte dal nostro corpo durante i processi digestivi.

Tutte queste sostanze come ad esempio i radicali liberi, il colesterolo o l’urea  sono estremamente pericolose se permangono nel nostro organismo per lunghi periodi e in concentrazioni elevate. Infatti Il nostro benessere è strettamente correlato tra la quantità di tossine introdotte nel nostro fisico e la capacità di espellerle attraverso organi specifici (reni, fegato, cute, polmoni ed intestino).

Il bilancio tra la quantità di tossine introdotte e di tossine espulse può venir compromesso da un’alimentazione eccessiva e squilibrata o a causa del malfunzionamento metabolico di qualche organo deputato alla disintossicazione.

La dieta disintossicante: come funziona

La Dieta Disintossicante si propone quindi  di depurare tutti gli organi ed apparati favorendo il lavoro del fegato, dei reni, la digestione, i gonfiori addominali e la normale funzionalità intestinale.

La stessa dieta deve essere presa in considerazione soprattutto in periodi particolari della nostra vita, quando il corpo è sottoposto ad elevati stress ossidativi o ad accumuli di metaboliti e tossine cioè:

1)Finita una Dieta Dimagrante.
2)Nei cambi di stagione (Autunno/Primavera).
3)Dopo l’utilizzo prolungato di farmaci.
4)Dopo periodi di sovraccarico calorico a causa di feste e festività
5)In caso di abuso di sostanze alcoliche.

La dieta disintossicante si basa sull’assunzione di molti cibi naturali come frutta e verdura di stagione e prodotti della terra, con minor raffinazione possibile degli stessi anche grazie alla scelta di sistemi di cottura semplici e benefici che consentono di preservare vitamine e sali minerali (al vapore, alla piastra, bollitura). Esistono poi in commercio speciali integratori che aiutano a disintossicarsi più velocemente, come ad esempio Detoxyn di cui abbiamo parlato in questo nostro articolo.

Che cibi scegliere nella dieta disintossicante

La scelta dei cibi deve essere varia alternando il più possibile i colori della frutta e della verdura, variando la tipologia delle proteine a partire da quelle ad alto valore biologico come quelle dell’uovo per arrivare a quelle vegetali come quelle della soia e dei legumi in generale.

La scelta dei Cereali deve essere sempre mirata a quelli con il maggior quantitativo di crusca e fibra. Minore è l’abburratamento ( la setacciatura ) del cereale maggiore è la sua qualità; infatti nel glume ( la parte solitamente allontanata durante la raffinazione) possiamo trovare una grande varietà di minerali come il potassio che rinvigorisce i nervi e i tessuti, il calcio indispensabile a ossa e denti o il  magnesio che è  un elemento necessario al sangue e ai tessuti in quanto responsabile di molti processi metabolici essenziali oltre che proteggere dai tumori.

Inoltre nel glume sono numerosi oligoelementi come ad esempio:

1.      il ferro che facilita l’assimilazione dell’ossigeno e la formazione dei globuli rossi,

2.       lo zinco che  se carente condiziona pesantemente la crescita corporea e l’aumento di peso ed  è implicato nel funzionamento della vista, dell’olfatto, del tatto e della memoria,

3.      il fluoro che serve ad indurire lo smalto dei denti e combattere le carie.

Nel glume vi sono anche molte vitamine  ad esempio la

1.      La Vit. B1 che fortifica i nervi e i tessuti

2.      La  Vit. B2 che favorisce il rinnovo cellulare,

3.      La Vit E antiossidante

4.       Acido folico o Vit. B9 antianemica

5.       Acido pantotenico o Vit. B5 che agisce contro lo stress.

6.       La niacina Vit. B3 fortifica il metabolismo.

Infine le parti esterne del chicco giocano un ruolo importante per la salute aiutando il transito intestinale aumentando la peristalsi, puliscono l’intestino da sostanze tossiche e radicali liberi.

Dieta Detox: esempio di menù settimanale

Purtroppo, anche la Detox rientra nella categoria di diete ipocaloriche, visto che apporta 1000-1300 calorie giornaliere, che sono comunque poche ed è quindi necessario non prolungarla oltre le due settimane. Per questo motivo non è semplice seguire questo regime alimentare a lungo>/strong>, ma fortunatamente i risultati sono quasi immediati. (Ma non duraturi, a meno che non ti alleni giornalmente con dei semplici esercizi ginnici).

Prima di iniziare la Dieta Detox devi sapere che ci sono dei “must” da non dimenticare: bere almeno 8 bicchieri d’acqua ogni giorno e limitare al minimo il consumo di zuccheri, grassi e olio d’oliva (per questo ultimo il limite è di 3 cucchiai ogni 24 ore). Questi requisiti sono presenti nella maggior parte delle diete, ma è bene ricordarli ogni volta per evitare problemi di salute o attacchi di fame improvvisi (dovuti esclusivamente al basso consumo di acqua). Terminate le premesse, vediamo quali sono gli alimenti della dieta detox ed al menu che dovrai seguire per almeno 15 giorni (possibilmente senza fare sgarri):

Lunedì:

Colazione – 200/300 ml di latte a basso contenuto di grassi e 30-40 grammi di Cereali Fitness oppure 6 biscotti secchi
Pranzo – 70-85 Grammi di Riso (meglio se Integrale) e Verdure Crude o un Pomodoro maturo
Cena – 150 Grammi di Petto di Pollo e Insalata senza condimenti

Martedì:

Colazione – Mix di Frutta (va bene una macedonia, senza troppo zucchero però)
Pranzo – 100 Grammi di Carne di Tacchino (solo le parti magre) e Insalata condita con 1 Cucchiaio di Olio extra vergine di oliva
Cena – 80 Grammi i Pasta o Riso Integrale e 1 o 2 Pomodori ben maturi

Mercoledì:

Colazione – 30-40 Grammi di Cereali Integrali ed 1 Bicchiere di Latte Lighto anche latte di soia o mandorle
Pranzo – 100 Grammi di Fagioli al Vapore e Verdure Crude o Verdure a Vapore condite con poco olio
Cena – 200 Grammi di Pesce o Tonno più Insalata (200-300 grammi)

Giovedì:

Colazione – Una Mela o un frutto qualsiasi più uno Yogurt Light di qualsiasi marca
Pranzo – 100 Grammi di Tonno (2 pacchetti circa) e Insalata con 1 cucchiaio di olio d’oliva
Cena – 200 Grammi di Carne di Pollo o Tacchino, 1 Frutto a Piacere esclusa la banana

Venerdì:

Colazione – 30-40 Grammi di Cereali ed una tazza di Latte a basso contenuto di Grassi
Pranzo – 150-250 grammi di Gamberi ed 1 o 2 Pomodori (senza Condimenti ovviamente)
Cena – 80 Grammi di Riso Integrale, 1 frutto a piacere e verdure a vapore con poco olio

Sabato:

Colazione – Una Macedonia ed uno Yogurt Light
Pranzo – 70-80 Grammi di Pasta Integrale più Insalata (per totale massimo 2 cucchiaio di Olio)
Cena – 150 Grammi di Carne di Coniglio e Verdure di Stagione

Domenica:

Colazione – Un Frutto a Scelta ed Uno Yogurt Magro di Medie Dimensioni
Pranzo – Pochi Grammi di Formaggio di Stagione e Insalata a Volontà (Senza Condimenti di alcun genere)
Cena – 200 Grammi di Carne Bianca o di Pesce ed un’insalata di pomodori

Conclusioni

Dunque privilegiando cibi biologici e privi di residui tossici, la dieta disintossicante contrasta la ritenzione di liquidi, l’attacco di agenti patogeni come funghi e batteri, previene l’asma e protegge l’organismo da additivi chimici e pesticidi.
Come ultimo consiglio sarebbe meglio imparare a mangiare bene tutto l’anno evitando di sovraccaricare l’organismo e considerare la dieta disintossicante come un valido strumento inserito in un sano stile di vita. Non ci resta che augurarvi una buona detox ed alla prossima con Dimagriresenzadieta.com

Lascia un commento